DONNA IMPRESA MAGAZINE COVER ROBERTA FILENI

FILENI, I PIONIERI DEL BIO ALLA SFIDA CIRCOLARITÀ: ALLEVAMENTI ALL’APERTO E AGRICOLTURA RIGENERATIVA.

Fare per bene le cose è un vantaggio per tutti: il produttore, il consumatore, il benessere degli uomini e degli animali, il pianeta.

*** CLICCA SULLA FOTO PER LEGGERE TUTTO IL MAGAZINE

Da sempre, la filosofia di Fileni, sede in provincia di Ancona e stabilimenti in tutte le Marche e non solo, leader nel settore delle carni biologiche in Italia e in Europa, è improntata su due principi cardine: la qualità del prodotto, come assunzione di responsabilità verso il consumatore, e la sostenibilità, come assunzione di responsabilità verso tutte le risorse ambientali impegnate durante il circolo produttivo. L’impegno di Fileni è di portare sulla tavola degli Italiani prodotti biologici di qualità superiore, che permettano a chi li sceglie di vivere una nuova esperienza e di riscoprire il gusto autentico della tradizione: “È naturale, è buono!” non è solo uno slogan pubblicitario, ma rappresenta e racconta una storia di impegno e passione per la produzione di prodotti sani e rispettosi del territorio che li ospita. Per garantire questo risultato Fileni coltiva in autonomia (o tramite contratti di coltivazione) le materie prime che servono a produrre i mangimi biologici con cui si nutrono gli animali. Questo consente un controllo totale sulla qualità che parte dal campo e arriva fino al piatto di portata. Non solo: grazie alla partecipazione attiva nel progetto Arca ideato da Bruno Garbini con la collaborazione di Giovanni Fileni ed Enrico Loccioni, vengono sperimentate tecniche di agricoltura rigenerativa che si ispirano alle antiche pratiche di coltivazione e che aiutano a combattere attivamente il dissesto idrogeologico e l’impoverimento dei terreni agricoli. Gli animali vengono allevati rigorosamente all’aperto su ampi terreni biologici e sono liberi di razzolare, nel totale rispetto della loro indole e del loro benessere.

 Gli allevamenti, dislocati principalmente nelle Marche e nel Centro Italia, sono concepiti in armonia con la natura e tecnologicamente all’avanguardia al fine di garantire agli animali le migliori condizioni possibili: strutture che corrispondono a tutti i più avanzati standard di salubrità e di igiene, che soddisfano le esigenze specifiche degli animali e risultano molto efficienti sul piano dell’impatto e dei consumi ambientali. Ma il viaggio di Fileni è verso la circolarità: una vision che ha consentito all’azienda di essere premiata quest’anno da FoodCommunity.  Leader nel settore delle carni, Fileni vanta la certificazione ambientale ISO:14001, e da anni lavora per fare in modo che la propria filiera diventi un esempio virtuoso di circolarità, evitando qualsiasi forma di spreco ed eccedenza e ottimizzando il processo produttivo. Anche la ricerca sui packaging ecologici non conosce sosta: è recente il lancio sul mercato di una nuova linea di carni rosse bio confezionata in un rivoluzionario vassoio in cartoncino che abbatte di oltre il 90% l’utilizzo della plastica rispetto alla tradizionale vaschetta. La sostenibilità e l’amore per il territorio trovano poi la loro massima espressione nel Pollo dalle Marche Bio, allevato rigorosamente nelle campagne marchigiane, confezionato con una rete compostabile e sulle cui etichette sono impresse le immagini di alcuni dei più suggestivi paesaggi delle Marche come le colline di Cingoli, il Monte Conero o la Rotonda di Senigallia. Parliamo di una famiglia che non si ferma davanti alle difficoltà. Quella della pandemia da Covid-19 e del lockdown sono state sfide impegnative per Fileni che, però, grazie al senso di appartenenza dei collaboratori nei confronti dell’azienda, sono state brillantemente superate. Gli stabilimenti e gli allevamenti hanno sempre continuato a lavorare, dimostrando grande flessibilità e ricorrendo, dove possibile, a un uso estensivo dello smart working. Tutto questo è stato possibile perché Fileni non è solamente un’azienda, ma una grande famiglia. Una vera e propria comunità desiderosa di mostrare la propria vicinanza ai collaboratori, facendoli sentire parte di un progetto e offrendo loro il proprio supporto in ogni occasione, sostenendoli e aiutandoli ad avverare i propri sogni e quelli dei loro ragazzi. Tra i giovani meritevoli che hanno ricevuto nel luglio 2020 la borsa di studio messa a disposizione ogni anno dalla Fondazione Marco Fileni c’erano infatti anche dieci figli di dipendenti dell’azienda, un gesto che trasuda rispetto, fiducia, affetto. Un piacere avere con noi Roberta perché oltre a rappresentare formalmente un’azienda che oggi è delle “ammiraglie” del nostro prezioso Made in Italy, incarna i valori di Donna Impresa. (continua)

Nella foto: Roberta Fileni con il padre ed il fratello al termine della cerimonia di consegna delle Borse di Studio della Fondazione Fileni

https://www.yumpu.com/user/donnaimpresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.